Il "Nido" con il fascino dei fuoristrada | Rally Il Nido dell'Aquila 2019
Il “Nido” con il fascino dei fuoristrada2020-02-18T17:19:37+01:00
5 Settembre 2016

Il “Nido” con il fascino dei fuoristrada

Ultimi giorni di iscrizioni aperte, per il “Nido dell’Aquila”, in programma per il 17 e 18 settembre, organizzato da PRS Group insieme a Comune di Nocera Umbra e di Radio Subasio.

Importante sottolineare che, nonostante la vicinanza geografica con i territori colpiti dal violento sisma del 24 agosto, il Comune di Nocera Umbra non ha subito danni, se non il grande spavento derivato dall’intensità delle scosse, frutto del lavoro di ricostruzione a norma antisismica svolto dopo il precedente terremoto, pertanto il rally si svolgerà regolarmente come da programma.

LA SCENA OFF ROAD
Saranno ben tre le validità assegnate alla gara, significativo riconoscimento del buon lavoro svolto dal comitato organizzatore dalla rinascita della gara due anni fa. Il “Nido dell’Aquila”, che chiuderà le iscrizioni l’8 settembre, sarà la confermata prova di apertura del Challenge Raceday 2016-2017, ma sarà pure il quarto appuntamento del Trofeo Rally Terra, ed il terzo del Campionato Italiano Cross Country. Proprio per quest’ultima specialità, il fuoristrada inteso nel vero senso del termine, con vetture off road appositamente preparate, per sostenere le prove più impegnative, sarà uno dei grandi motivi di interesse della kermesse nocerina. Alla gara precedente di San Marino, prima delle ferie, Gli ufficiali Suzuki Codecà-Fedullo, con la loro Grand Vitara, la fecero da padroni. Secondi assoluti, primi di Gruppo T2 e del Suzuki Challenge finirono Bordonaro-Bono con il Grand Vitara 1.9 DDiS e gli anconetani Saviotti-Mengarelli, su una Land Rover Defender, si aggiudicarono il Gruppo TH. Si riparte da questi esiti, espressi dal duro percorso della gara sammarinese, ovvio attendersi il tentativo di Codecà di allungare come anche la voglia di riscatto degli inseguitori, in particolare di Andrea Lolli come anche Cinotto, il terzo nella provvisoria.
Classifiche aperte comunque in tutte le categorie, percorso praticamente sconosciuto a tutti perché “il Nido” si affaccia per la prima volta alla specialità off road, ecco i punti di interesse della gara “baja” a Nocera Umbra. Ci sarà quindi da guardare con attenzione alle varie fasi di gara per capire poi che fisionomia prenderà la classifica del Campionato, prima di imboccare la triade di impegni che porterà a fine stagione.